Mi chiedo come funzionano i prestiti personali? Le tue domande frequenti, risposte

La tua fidata auto di 10 anni si guasta e devi riparare a duecentomila dollari per le riparazioni. Oppure sei a corto di denaro ma ti rendi conto che non hai ancora prenotato il tuo viaggio per la riunione annuale di famiglia. Mentre sarebbe ideale avere un fondo di emergenza per attingere a riparazioni auto o ampi risparmi da attingere per hotel e voli, la maggior parte di noi potrebbe ancora essere in procinto di costruire la nostra fondazione di risparmio, e potrebbe quindi trovarci a dover prendere in prestito da tempo al tempo.

La maggior parte delle persone potrebbe pensare di gestire questi tipi di grandi spese semplicemente “addebitandole”, ma un altro modo per ottenere il denaro necessario è di sottoscrivere un prestito personale. Per aiutarti a saperne di più su questi tipi di prestiti, e quando puoi o non vuoi utilizzarli, abbiamo compilato alcuni termini e concetti chiave per sapere.

1. Che cos’è esattamente un prestito personale?

Prestiti personali sono prestiti che possono essere presi in prestito per una varietà di scopi e sono tipicamente non garantiti (nel senso che non sono legati alla proprietà personale, come mutui o prestiti auto sono). È possibile presentare domanda per uno tramite banche, cooperative di credito e società di prestito peer-to-peer, uno dei metodi più recenti di prestito personale.

Negli ultimi anni, i prestiti personali sono cresciuti in popolarità. Il numero di consumatori con prestiti personali è cresciuto del 18% tra il terzo trimestre del 2013 e il terzo trimestre del 2015, con un indebitamento di circa 83 miliardi di dollari in prestiti non garantiti per quel periodo, secondo un recente rapporto di TransUnion . E la tendenza sembra destinata a continuare, con Bankrate stimando che 24 milioni di americani è probabile che sottoscriverà un prestito non garantito nel 2016.

2. Perché dovrei usare un prestito personale su una carta di credito?

Come accennato, i prestiti personali, come le carte di credito, sono in genere non protetti. Ciò significa che il creditore non può sequestrare i tuoi beni se non riesci a saldare il debito. Per questo motivo, i prestiti personali potrebbero comportare tassi di interesse più elevati rispetto ai prestiti garantiti, che utilizzano una qualche forma di proprietà del mutuatario come garanzia.

Se hai una spesa più piccola che devi pagare, come una banconota veterinaria da $ 500, potresti preferire metterla sulla tua carta di credito, poiché probabilmente sarai in grado di ripagarla entro un breve lasso di tempo (alcuni mesi o meno) . Poiché le carte di credito addebitano lo 0% di interesse entro i primi 30 giorni dal tuo acquisto, più puoi rimborsare subito, più basso sarà il costo complessivo. Ma con un prestito personale, inizi a pagare gli interessi il primo giorno.

I prestiti personali, tuttavia, possono essere un’opzione migliore per le spese più grandi – come un’occasione speciale o un intervento chirurgico elettivo – che è necessario pagare per un lungo periodo di tempo. Alcune persone potrebbero anche scegliere di utilizzare i fondi da un prestito personale per estinguere il debito con carte di credito ad alto interesse, sebbene questo approccio sarebbe più vantaggioso se si impegnasse a non accumulare più debito del consumatore.

Per determinare se le carte di credito o i prestiti personali sono migliori per i tuoi scopi, dovrai anche confrontare le percentuali percentuali annuali (TAEG) e i tassi di interesse. Sebbene questi termini siano spesso considerati intercambiabili, c’è una leggera differenza di significato.

  • aprile: Questa è considerata una valutazione più accurata del costo totale per il mutuatario. Può incorporare una commissione di origine anticipata, qualsiasi altra commissione addebitata, nonché il tasso di interesse. Per alcuni prestiti personali, un TAEG è impostato in base al presupposto che non rimborserai anticipatamente il prestito. È importante leggere la stampa fine per capire cosa è incluso nel tuo APR.
  • Tasso d’interesse: Questa è la percentuale di interesse addebitato dal mutuante al mutuatario, escluse le altre tasse.

3. Dove posso trovare un prestito personale?

È possibile richiedere un prestito personale attraverso una varietà di istituti di credito, e si dovrebbe aspettare di passare attraverso un processo di domanda e un controllo del credito.

I creditori tradizionali includono banche o cooperative di credito, che offrono prestiti personali da circa $ 500 a oltre $ 50.000. I prestatori peer-to-peer sono aziende che mettono in contatto individui che hanno bisogno di denaro con gli investitori. In quanto tale, il processo di applicazione potrebbe andare più veloce rispetto a un creditore tradizionale. Ad esempio, a Prosperare , le persone che ricevono tutti i documenti richiesti e che sono approvati possono ricevere i loro soldi in appena due o tre giorni.

Ecco alcune informazioni aggiuntive su ciascun tipo di prestatore.

  • Banche: Più a lungo hai usato la tua banca, più probabilmente avrai una tariffa migliore. Ma in molti casi, non è necessario essere un cliente corrente da applicare.
  • Cooperative di credito: Queste sono istituzioni finanziarie senza scopo di lucro governate dai loro membri e spesso offrono tassi di interesse migliori sui prestiti personali a tali membri rispetto alle banche. Mentre le unioni di credito sono basate sulla comunità, non è necessario lavorare per l’organizzazione sponsor per qualificarsi per l’adesione.
  • Prestatori peer-to-peer: Negli ultimi anni, le piattaforme di prestito come Prosper sono emerse come una valida alternativa alle banche e alle cooperative di credito e offrono generalmente prestiti a tasso fisso finanziati dagli investitori fino a circa $ 35.000 o più, per periodi fino a cinque anni e oltre.

4. Quali sono i termini tipici di un prestito personale?

Come le carte di credito, i prestiti personali sono concessi in cambio dell’accettazione dei termini di un prestatore, che include il tasso di interesse addebitato, le commissioni di prestito e le scadenze di pagamento.

I prestiti personali comportano tassi di interesse fissi o variabili (nel senso che rimarranno invariati o modificati per tutta la durata del prestito). Questi possono essere fino al 6% o meno, e fino al 36% o più a seconda del merito di credito (più su quello di seguito) e le politiche del prestatore. Poiché queste regole possono variare un po ‘, è importante essere chiari su quali sono i termini del prestito.

In Prosper, ad esempio, i prestiti sono a tasso fisso e a tasso fisso, il che significa che i termini (ad esempio, la durata del prestito, in genere tre o cinque anni) e le tariffe accettate non cambieranno mai per tutta la durata del prestito . Non vi è inoltre alcuna penalità di pagamento anticipato, quindi se si scopre che è possibile pagare il prestito prima, si ha la possibilità di farlo.

A differenza delle carte di credito, i prestiti personali possono comportare commissioni di origine una tantum comprese tra l’1% e il 5% del prestito, che vengono prelevate anticipatamente e sottratte dalla somma forfettaria, pertanto è necessario includerle nell’importo totale da prendere in prestito.

Altre tasse di prestito personali possono includere penali di pre-pagamento, ma molti, se non la maggior parte, i creditori non li fanno pagare. Ma come con le carte di credito, la maggior parte dei prestiti personali addebita le tasse di pagamento in ritardo, quindi controlla con il tuo prestatore di cifre esatte.

5. Come vengo valutato per un prestito personale?

Il tuo prestatore prenderà in considerazione un certo numero di criteri nel valutare te per un prestito personale. Per i principianti, dovrai compilare una domanda, che richiede informazioni personali come prova di indirizzo, stipendio, nome del datore di lavoro, storia lavorativa e debiti correnti. Il vostro prestatore esaminerà anche il vostro punteggio di credito, storia creditizia e rapporto debito / reddito. Questi avranno probabilmente la maggiore influenza su quanto saranno favorevoli i termini del prestito.

6. Cos’altro dovrei prendere in considerazione nella valutazione dei prestiti personali?

Oltre al tasso di interesse, al TAEG, alle condizioni di prestito, alle penali e alle commissioni, i mutuatari dovrebbero considerare quanto segue:

  • Per cosa stai usando questi soldi. È una spesa che devi davvero coprire ora, o è un obiettivo che puoi continuare a risparmiare per non dover assumere debiti aggiuntivi?
  • Quanti soldi avrai bisogno. Se hai bisogno solo di $ 500 a $ 1.000, potrebbe essere più logico utilizzare una carta di credito e cercare di estinguere il debito il prima possibile. Molti prestiti personali partono da $ 2.000.
  • Se i pagamenti sono accessibili, sia di mese in mese che a lungo termine. Assicurati che i termini del prestito personale siano accettabili per la tua situazione finanziaria e non danneggino il tuo budget; in caso contrario, potresti finire con l’accumulare spese in ritardo. Assicurati anche di calcolare quale sarà il costo totale del prestito nel momento in cui finalmente lo paghi. L’importo che alla fine pagheresti in termini di interessi ti farà perdere i tuoi vari obiettivi finanziari?
  • Se il creditore è un’istituzione credibile. Fai attenzione ai prestatori fraudolenti che ti promettono denaro contante e bassi tassi di interesse in cambio di grandi commissioni iniziali. Vet potenziali istituti di credito controllando i loro siti Web per informazioni sulla licenza o la registrazione o controllando per vedere se il creditore è elencato con il Dipartimento di Banking o regolamento finanziario del vostro stato.
  • La stampa fine Assicurati di leggere attentamente tutti i documenti di prestito e assicurati di aver compreso i tassi di interesse e i termini del prestito. Se avete domande o dubbi, non esitate a chiedere al vostro prestatore per ulteriori chiarimenti.

Questo contenuto è presentato da LearnVest e Prosper ed è stato anche pubblicato su LearnVest.com.